La Ruota del Tempo Forum dedicato al ciclo fantasy di Robert Jordan "La Ruota del Tempo"

Brandon Sanderson - The Alloy of Law

  • Posts
  • OFFLINE
    Master_T
    Post: 654
    Gender: Male
    00 11/9/2011 9:20 PM
    Salve ragazuoli!

    Ho appena cominciato l'ultimissimo lavoro di brandon, il 4 libro di mistborn (non parte della trilogia però) ed eccomi a fare il primo punto della situazione.

    Sono al capitolo 7, e finora siamo su livelli molto alti, il buon Sanderson anche stavolta non fallisce!

    Molti hanno etichettato The Alloy of law, dalle info trapelate prima dell'uscita, come "Steampunk". La cosa non è affatto esatta. Si tratta invece di un'ambientazione da fine 800 (sono state introdotte da poco le lampade elettriche e le prime vetture a motroe per darvi un'idea) in un contesto da "vecchio west", anche se, almeno per ora, l'azione si svolge nella capitale e non "sulla frontiera".
    Sono passati 300 anni dagli eventi raccontati in mistborn, e le vicende della prima trilogia sono diventate leggenda, così come i mistborn stessi che sono spariti vista la "contaminazione" delle linee ereditarie dovuta alla caduta dell'impero e del sistema classista dei tempi del Lord Ruler.

    In questa ambientazione troviamo Wax, un pistolero e "twinborn" (allomante e ferruchemista allo stesso tempo, in particolare può bruciare acciaio e modificare il suo peso corporeo) che si occupa di mantenere la legge in una cittadina di frontiera, ma che viene richiamato nella capitale (che si chiama Ellendel :P) per ereditare la casata del defunto zio (e tentare di salvarla dalla bancarotta). Wax torna a fare il nobile nel tentativo di lasciarsi alle spalle un evento tragico (che non spoilero) e appendere finalmente la pistola al chiodo, ma si trova presto al centro di un intrigo che vede al centro una misteriosa banda di fuorilegge che si fanno chiamare "vanishers" e che si specializzano in un bottino... particolare... non dico altro, spero di avervi intrigato abbastanza a questo punto [SM=x494540]

    La narrazione, le ambientazioni e le scene d'azione sono su ottimi livelli, ma ormai non serve neanche dirlo, basta il nome "Sanderson" e tutto ciò è già implicito [SM=x494543] In particolare, dico solo una cosa: mischiare l'allomanzia/ferruchemia con le armi da fuoco è, manco a dirlo, l'ennesima ottima trovada di Brandon, che riesce a rendere spettacolari e "novi" i combattimenti pur senza avere dei mistborn a disposizione.

    In definitiva, la lettura, almeno per ora, è consigliatissima. Vi aggiornerò a libro finito (non è lunghissimo purtroppo :( ). Unica nota: ci sono molti riferimenti ai libri precedenti, e anche se non sono essenziali per capire la vicenda sono comunque parte del background del mondo descritto nel romanzo, va quindi da sè che è consigliata la lettura solo dopo aver letto la trilogia originale (inoltre il sistema allomantico e quello ferruchemico non sono molto spiegati, quindi è doppiamente consigliato aver letto i libri precedenti)

    Buona lettura!!


    "La migliore carbonara tra la Dorsale del Mondo e l'oceano Arith."

    Jain Farstrider
  • OFFLINE
    Master_T
    Post: 654
    Gender: Male
    00 11/11/2011 10:07 AM
    Beh, finito :D

    Che dire... l'unico problema e' che e' troppo corto!

    Non aspettatevi una cosa epica stile L'Ultimo Impero, e' piu' un giallo/action condito di allomanzia. Il tono e' molto meno cupo della trilogia originale, e c'e' molto piu' humor.

    Il finale e' soddisfacente, anche se pianta i semi di un possibile seguito, nonostante Sanderson abbia detto che questo era solo uno "spin-off", non parte della "trilogia di trilogie" che ha in mente. Se fosse davvero cosi' sarebbe veramente un peccato, questa ambientazione merita di essere esplorata ulteriormente, e ci sono un paio di colpi di scena nelle ultime pagine che reclamano un seguito a gran voce. Posso solo sperare che Brandon si ricreda e che le trilogie diventino quattro!

    Ad ogni modo una lettura consigliata. Ribadisco il consiglio comunque di aver letto la trilogia originale prima di questa.


    "La migliore carbonara tra la Dorsale del Mondo e l'oceano Arith."

    Jain Farstrider